K-Torino
REGISTRAZIONE

Se non sei ancora registrato compila il modulo.

ACCEDI

Accedi alla tua area riservata inserendo le credenziali. Hai dimenticato il nome utente o la password?

KTM
KTM 790 DUKE

KTM 790 DUKE

DAL 16/03 AL 30/06

Un nuovo modello nato per riempire il buco nella gamma KTM fra i 73 cv dell’LC4 e i 177 del V2 top di gamma: la nuova Duke 790 promette prestazioni eccezionali, per mantenere fede all’ibrida naked-motard, da sempre una delle più apprezzate di KTM.

 

Il progetto della 790 DUKE vanta numeri impressionanti: nello sviluppo e nella realizzazione sono state coinvolte 250 persone, sono state impiegate 111.111 ore, motore e ciclistica sono stati testati per oltre 900.000 km su strada e 604.800 al banco, test distribuiti su 48 motori.

 

L’estetica

 

L’estetica della moto risente un po’ delle norme Euro-4 che, per motivi di sicurezza, impongono degli standard a livello di motore, sovrastrutture e molti altri aspetti. I designer KTM hanno perciò rinunciato ad alcune caratteristiche presenti nel prototipo che donavano al modello un tocco maggiore di minacciosità. Nel complesso la moto si presenta esteticamente coerente, con linee tese che regalano un aspetto aggressivo in linea con lo stile KTM.

 

Il tutto è completato da finiture di alto livello con plastiche ben verniciate e coperte da trasparente in diversi punti. Un elemento ormai standard per KTM è il cruscotto TFT a colori, a cui si aggiungono elementi distintivi come il faro anteriore a LED con luci diurne integrate, e il gruppo ottico posteriore – sempre a LED – staccabile per l’impiego in pista.

 

Per quanto riguarda il manubrio da 760 mm, questo può essere montato in quattro maniere differenti sulla piastra di sterzo e con tre diversi gradi di rotazione per personalizzare al massimo la posizione di guida. La sella, invece, è alta 825 mm.

 

Ma quali sono invece le caratteristiche tecniche?

 

-    Il motore

Il motore della Duke 790 è il bicilindrico parallelo LC8c (Liquid Cooled, 8 valvole, “c”ompatto), una novità di KTM, che presenta una distribuzione bialbero composito a quattro valvole per cilindro, comando a catena, accensione monocandela ed alimentazione ride-by-wire, capace di  105 a 9.000 giri e 87 Nm a 8.000 giri.

 

-    La ciclistica

Il telaio è un’unità tubolare in acciaio al cromo-molibdeno, che sfrutta il motore come elemento stressato risultando così più leggero a pari rigidità. Il telaietto reggisella è invece in alluminio ed ospita l’airbox, con un andamento a triangolo che fa il verso al tradizionale traliccio utilizzato da KTM. Lo schema a traliccio viene invece utilizzato per il forcellone pressofuso in alluminio, che fa lavorare il monoammortizzatore posteriore senza interposizione di leveraggi progressivi.

 

-    La gestione elettronica

La moto si caratterizza per la presenza di un sistema ride-by-wire che offre quattro Riding Mode: rain, street, sport e track che consente, tra le altre cose, di disabilitare l’anti-impennata.

La Duke 790 è anche dotata di quickshifter+, ovvero l’assistenza elettronica KTM sia in innesto che in scalata.

 

Nel complesso la nuova KTM è la moto ideale per chi ama la guida sportiva, e vuole mettersi alla prova per superare i propri limiti in tutta sicurezza.

ÿht摘ɯ>